Palazzo dei conti Rusca (Municipio)

Si tratta di un edificio tardo neoclassico (1870 circa) ubicato sulla sponda destra del torrente Riana, all’interno di un giardino cintato a cui si accede da un portale con due leoni rampanti che recano gli stemmi gentilizi dei Rusca e dei Grugni. Nella metà degli anni ’70 fu acquistato dal Comune di Bioggio e trasformato dall’architetto Renato Viglino in una costruzione moderna, sede della Casa Comunale.
La facciata principale simmetrica, ritmata da sobrie aperture, sette assi di finestre, motivo decorativo a sottotetto, è impostata su uno zoccolo a finto bugnato corrispondente al piano terra.

All’interno, un imponente scalone introduce al piano nobile, il cui corridoio è coperto da un soffitto con fastose decorazioni pittoriche di gusto rococò. Nell’atrio è visibile una stele epigrafa risalente all’età del Ferro, mentre nel giardino del palazzo di trova un coperchio di sarcofago. Un secondo è invece conservato nel giardino di una casa privata. Entrambi i reperti sono riferibili al passaggio fra il tardo antico e l’alto medioevo.


casaRusca1.jpg
casaRusca2.jpg